­
mele3d

La calibrazione del primo layer è una delle poche operazioni che la Prusa non fa in automatico e che richiede qualche prova sperimentale prima di trovare il giusto valore e le giuste operazioni

Sembra facile ma non lo è affattto e ne sono prova i molti video e le innumerevoli pagine che si trovano sull'argomento.

Abbiamo raccolto materiale e proposto la nostra esperienza.

Dal sito Prusa:

Home > Calibrazione > Calibrazione di base > Calibrazione primo layer

 https://help.prusa3d.com/it/article/calibrazione-primo-layer_112364

La Calibrazione del primo layer viene utilizzata per calibrare la distanza tra la punta dell'ugello e la superficie di stampa.

Lo scopo è quello di regolare l'altezza dell'ugello fino a quando la plastica estrusa si attacca bene al piano e si può vedere che viene schiacciata leggermente.

Si può anche ricalibrare il primo strato in seguito dal menù LCD - Calibrazione - Calibrazione primo layer.

Durante questo processo, ruotare la manopola per regolare manualmente la distanza tra l'ugello e il piano, mentre la stampante stampa un motivo a zig-zag.


Dalla pagina:  https://help.prusa3d.com/it/article/calibrazione-primo-layer_112364

L'immagine dal sito Prusa è (abbastanza...) chiara ma non sempre ci si riesce, specialmente ai primi tentativi e non prima di aver capito il meccanismo.

Prima di perdere delle giornate in test con esiti da mal di test(a) = VERIFICARE che

  1. che le impostazioni di stampa del modello di test siano "0,20 Quality"
  2. la temperatura del .gcode per il PRIMO Layer sia impostata correttamente per il filamento usato
  3. che il piatto sia coerente con il filamento
  4. che il profilo piatto sia coerente con il piatto montato

L'immagine seguente ci aiuta a comprendere meglio che il valore 0 sta molto, molto, in alto e che le possibili regolazioni avvengono solo nel dominio negativo e che -800 sia un valore ALTO e che -1450 sia un valore BASSO

gallery 165 23 12111

  • +200
  • 0
  • -200
  • -800 = ugello ALTO
  • -1100
  • -1450 = ugello BASSO
  • -1500
  • -2000
  • se l'ugello è TROPPO ALTO bisogna aumentare i valori in termini assoluti, esempio da -800 a -1100
    • ruotare in senso ANTI-ORARIO verso SINISTRA
  • se l'ugello è TROPPO BASSO bisogna diminuire i valori in termini assoluti, esempio da -1450 a -1100
    • ruotare in senso ORARIO verso DESTRA

Immagine estratta da: https://prusa.lamming.com/2019/10/first-layer-calibration.html

z layer

Pagina Prusa con una analisi delle problematiche più comuni del Primo Layer:

https://help.prusa3d.com/it/article/problematiche-primo-layer_1804


Una pagina con una esauriente spiegazione è quella di Hobby Hoarder con video e tantissime foto esplicative, applicabile sia alle stampanti con calibrazione del piatto manuale sia quelle con calibrazione AUTOMATICA, come la nostra Prusa:

https://hobbyhoarder.net/bed-levelling-done-right/


Un buon modello da utilizzare per le prove è quello di Nils Kal su PrusaPrinters, molto utilizzato a giudicare dai video che si trovano on-line

https://www.prusaprinters.org/it/prints/21296-5-minute-z-calibration-surface-first-layer-calibra

5 minuti 

Come dice il nome stesso = 5 minuti !

Partendo da questo, per le prime volte, abbiamo creatro un nostro modello con 4 quadrati (e un doppio giro di Skirt a 3 mm) cambiamo Z-Level per ogni quadrato.

Usare un filamento chiaro e non nero, magari grigio, possibilmente un filamento Prusa. Abbiamo verificato infatti che filamenti DIVERSI vogliono valory Z-LAYER leggermente differenti. Abbiamo un PLA Anycubic nero che sembra gradire valori più bassi di circa 5 unità.

Aspettare 1 minuto prima di rimuovere le stampe dal piatto perchè abbiamo notato che spesso siamo noi a introdurre dei difetti rimuovendo malamente le stampe che, ricordiamolo, sono alte 1 solo layer

Ci siamo creati diversi modelli cartacei dove conserviamo i nostri test a futura memoria:

Attenzione: NON esistono tutti i possibili valori intermedi, ogni 5 abbiamo un solo valore intermedio, da -1175, infatti si passa subito a -1178 e poi subito a -1180 saltando i valori:

  • -1175
  • -1176
  • -1177
  • -1178
  • -1179
  • -1180
  • Anche se con nozzle 0.25 abbiamo osservato valori intermedi leggermente differenti

Le prime volte abbiamo proceduto con i primi quattro quadrati distanziati di 20, in modo da capire bene visivamente la differenza tra troppo ALTO e troppo BASSO, quindi scendiamo a salti di 5 o 10 (dipende dal risultato precedente) per poi, come ultimo e definitivo test,  quello con 4 quadrati con il passo minimo che la Prusa ci permette.

Adesso abbiamo acquisito esperienza e partiamo sempre dal valore del nozzle precedente e saliamo o scendiamo a seconda del risultato e stampiamo un test alla volta usando un altro modello cartaceo.

Quando troviamo il valore che ci sembra corretto abbiamo sempre cura di avare abche

Per controllo, alla fine, facciamo il test dall'interfaccia Prusa, al solo scopo di acquisire esperienza e magari, un giorno, usare solo questo come fanno i tecnici Prusa in fabbrica a Praga.

First Layer Calibration 02

Ogni volta che cambiamo filamento ripetiamo, per sicurezza, la stampa di 1 solo quadrato al valore trovato e conserviamo il tutto in un altro modulo cartaceo sempre come confronto futuro.


La Foto seguente è tratta da https://hobbyhoarder.net/bed-levelling-done-right/ il quale usa lo stesso modello cambiando il valore durante la stampa.

  • -180 troppo ALTO
  • -200 perfetto
  • -215 troppo BASSO

vlcsnap 2018 10 03 15h02m05s109

Altri modelli simili sullo stesso tipo, ma a forme multiple si trovano qui


Abbiamo anche fatto altre prove utilizzando il modello di TaylorsMake:

Consigliamo di provarlo, sia per un esame semplicemente visivo, sia applicando i calcoli da lui suggeriti, anche se abbiamo fatto fatica a misurare proprio il primo quadrato, quello con un solo layer. Ci dobbiamo ancora lavorare per capirlo bene ma ci sembra un approccio interessante basato su misurazioni oggettive e non su un esame visivo soggettivo.

Abbiamo creato un modulo cartaceo e un foglio Excel per fare i calcoli suggeriti da TaylorsMake per poter conservare i risultati e meditarci su ...

A rigor di logica una volta trovato il valore corretto e rilanciato il test con questo valore dovrebbe quadrare tutto. Invece no, come già detto ci dobbiamo lavorare ancora.

 

 


 ALTRI LINK

https://prusa.lamming.com/2019/10/first-layer-calibration.html

ttps://forum.prusaprinters.org/forum/original-prusa-i3-mk3s-mk3-assembly-and-first-prints-troubleshooting/life-adjust-z-my-way/

Abbiamo 327 ospiti e nessun utente online

­
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.